CRS2017 - Avv. Francesca Portulano
CRS2017 – Avv. Francesca Portulano

Il Corso Robert Schuman è stato, per me, una delle scelte più belle fatte fino ad ora.
L’impatto di positivo rinnovo che, per quanto mi riguarda, questo master ha avuto si snoda attraverso molteplici aspetti, tra i quali due sono preponderanti: l’aspetto umano e l’aspetto professionale.
Sotto l’aspetto umano, posso ben affermare che il CRS è stata una occasione importante per conoscere delle persone splendide, con alcune delle quali ho avuto il piacere di instaurare rapporti di autentica amicizia che perdurano al di là dei diversi interessi lavorativi e professionali. Considerando, altresì, la splendida cornice paesaggistica di Strasburgo, direi che il master ha portato una ventata d’ossigeno nel trambusto della frenetica quotidianità professionale, contribuendo alla formazione di un gruppo di colleghi ed amici con i quali ho condiviso giornate significative e, al contempo, divertenti.
Sul piano culturale e professionale, la valenza del CRS è, a mio avviso, ineludibile. Il contatto con professionisti di rilievo nel settore di riferimento mi ha aperto “un mondo nuovo”, o meglio, “nascosto” nelle pieghe di una stanca ipertrofia normativa e giurisprudenziale, spesso ridondante e lontana dall’ideale scopo funzionale di settore.
“Sono” avvocato, non “faccio” l’avvocato. Una formazione culturale in tal senso è, oramai, necessaria per poter operare con adeguata preparazione e discernimento. Ciò presuppone, ovviamente, un impegno successivo ed una capacità di valutazione critica più ampia rispetto a quanto “tradizionalmente” insegnatoci. Tuttavia, i responsabili del CRS sono stati incredibilmente disponibili e pronti ad ogni esigenza di maggiori spiegazioni o guida verso i primi approcci alla materia.
Ho, inoltre, potuto riscontrare un ulteriore aspetto positivo, connesso all’ambito professionale: l’importante ausilio nella più corretta comprensione di problematiche giuridiche in chiave concorsuale. La crescente presa di coscienza istituzionale del valore delle normative sovranazionali in chiave di tutela dei diritti umani è sempre più oggetto di disamina in importanti concorsi pubblici. Personalmente, posso affermare di aver tratto beneficio anche in tal senso poiché ho compreso davvero tematiche prima in parte dubbie e, pertanto, ho affrontato con maggiore consapevolezza determinate prove.
In conclusione, il CRS fornisce, a mio parere, importanti strumenti per vivere la professione forense con una più adeguata preparazione e, in generale, una forma mentis giuridica tale da affrontare prove concorsuali pubbliche con una più adeguata preparazione. Senza trascurare la possibilità di instaurare splendide amicizie!

About the Author Segreteria

Segreteria amministrativa e didattica del Corso Robert Schuman.

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.