Caso Sea Watch: il comunicato stampa ufficiale della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo

Sea Watch: Il comunicato stampa ufficiale della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo

La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo ha deciso di non imporre al Governo Italiano la misura ad interim richiesta dai ricorrenti nel caso Rackete ed altri c. Italia, consistente nell’autorizzazione allo sbarco in Italia dei migranti presenti sulla nave.

Lo sconto di pena come equa riparazione: la Corte sul caso Chiarello c. Germania.

Il ricorrente ha lamentato la violazione dell’Articolo 6 § 1 CEDU poiché la riparazione ricevuta per l’eccessiva durata di un procedimento penale a suo carico, consistita in una decurtazione della pena detentiva soggetta a sospensione, non sarebbe stata equa e soddisfacente.